Cosa fa il procacciatore d’affari

Il procacciatore d’affari è una figura professionale che si è imposta nel mondo del lavoro, da qualche anno. Tuttavia, non molti sanno che cosa faccia esattamente questo professionista; dunque, in questo articolo andremo ad approfondire il suo lavoro. Partiamo con il definire chi sia il procacciatore d’affari.

Il procacciatore d’affari è il professionista che promuove la conclusione di contratti in favore del preponente, al fine di incrementarne la clientela. Cioè, in pratica, l’attività del procacciatore d’affari  consiste nel cercare o procurare commissioni, trovare opportunità commerciali e potenziali clienti, per i suoi datori di lavoro, che possono essere sia persone fisiche che enti o aziende. Data questa definizione, proseguiamo con il capire che cosa fa esattamente questo professionista e quali sono le figure professionali simili alla sua.

Che cosa fa il procacciatore d’affari?

L’attività del procacciatore d’affari consiste nel mettere in contatto due realtà diverse con lo scopo di creare tra loro un accordo commerciale. Per iniziare il lavoro, occorre che una delle due realtà, il preponente, incarichi il procacciatore d’affari di agire in sua vece.

Ricevuto l’incarico, il procacciatore d’affari avrà il compito di cercare dei possibili clienti per il preponente e di proporre loro i prodotti dello stesso. Se qualcuno dei potenziali clienti si mostra interessato all’acquisto o ad un affare con il preponente, spetta sempre al procacciatore predisporre una proposta contrattuale. In seguito, il procacciatore d’affari manderà questa proposta al preponente; questi, potrà accettare o meno detta proposta. Se la proposta viene accettata, il preponente paga al procacciatore il suo compenso o la sua parcella e conclude il rapporto con lo stesso o lo incarica di cercare altri clienti. Mentre, lo stesso preponente prosegue, senza il procacciatore, l’affare con i clienti che hanno accettato la proposta di accordo.

Procacciatore d’affari e mediatore sono la stessa cosa?

La risposta è molto semplice: no, altrimenti avrebbero lo stesso nome. Infatti, il procacciatore e il mediatore si distinguono tra loro perché il mediatore svolge delle attività necessarie per portare alla conclusione un affare, mentre il procacciatore si occupa di procurare affari e clienti, ma lascia che sia il preponente a sbrigare l’affare.

Agente e procacciatore d’affari fanno lo stesso lavoro?

Anche in questo caso, la risposta è un secco no. L’agente e il procacciatore svolgono due lavori nettamente diversi tra loro. Quali sono le principali differenze? In primo luogo, l’agente si impegna a favorire una delle due parti coinvolte nell’affare, mentre il procacciatore non favorisce nessuna delle due parti, in quanto il suo compito è solo quello di intercettare richieste e offerte e mettere in contatto chi le propone.

A questo punto, vogliamo specificare che il procacciatore d’affari è molto diversa dal consulente aziendale. Per comprendere meglio di cosa si occupi questo professionista potete leggere il nostro articolo: consulente aziendale: chi è e perché assumerlo.

Come si diventa procacciatore

Diventare procacciatore d’affari è un’aspirazione degna di approfondimento. Comunque, per arrivare a questo traguardo non occorre affrontare un percorso formativo specifico. Vediamo in breve come è strutturato questo percorso. Per diventare procacciatore d’affari, occorre fare una specifica particolare: il procacciatore d’affari è il professionista che svolge la sua professione in maniera continuativa, oppure che tratta beni immobili ed aziende anche in via occasionale, ma che deve obbligatoriamente essere iscritto all’elenco dei mediatori. Se non si è iscritti a questo elenco, non si avrà diritto al pagamento della provvigione. Al contrario, il procacciatore d’affari che svolge la sua attività in modo occasionale, se la sua attività riguarda solamente beni mobili e non comporta il trattamento di immobili e aziende, non dovrà effettuare alcuna iscrizione.

Quanto guadagna il procacciatore d’affari? Il guadagno del procacciatore sale con l’esperienza e il successo; si parte piccole cifre, per arrivare alle centinaia di migliaia.

 

Taggato sotto

© Club della beccaccia