Logo designer: studiare e trovare lavoro

Sembra semplice spiegare il ruolo di un logo designer, ma in realtà esso racchiude in sé diverse competenze.

Si tratta di una figura professionale che lavora nel mondo della pubblicità e crea dei loghi, per le aziende, i locali, gli enti, giornali, etc.

Il problema è spiegare in cosa consista esattamente creare un luogo, cosa studiare e dove trovare lavoro.

 

Cosa studiare per diventare logo designer

 

E’ meglio cominciare dallo studio da intraprendere per chi vuole lavorare nella grafica pubblicitaria come logo designer.

Innanzitutto bisogna dire che alla base della bravura di un logo designer c’é uno studio dei colori e delle loro combinazioni.

Mentre in molti paesi è obbligatorio essere laureati in Design per trovare lavoro come logo designer, in Italia non è fondamentale.

Questo non significa però che non sia necessario acquisire una buona preparazione.

Che si decida di studiare da autodidatta o di seguire un corso, il programma da seguire racchiude più o meno le stesse materie.

Una volta studiate le basi del design e i suoi principi basilari, si deve approfondire studiando il design computerizzato, il web design, la grafica per le pubblicità e le principali tecniche di stampa.

 

Quali competenze si devono raggiungere

 

Lo studio di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente ha lo scopo di formare, nella persona che si sta preparando a diventare logo designer, delle competenze specifiche.

Se si vuole eccellere in questo lavoro bisogna innanzitutto saper riuscire a realizzare dei loghi che capiscano il cliente ma che allo stesso tempo riescano ad esprimere la vostra creatività.

In un certo senso il cliente dà l’idea, ma il modo in cui essa viene espressa dipende esclusivamente da voi. Attenzione però.

Un logo può essere anche molto bello e originale, ma riesce ad esprimere quello che il cliente vuole comunicare alle persone?

Bisogna ricordarsi che la possibilità di avere sempre più lavoro dipende proprio da questa abilità.

Nel momento in cui ci si ritroverà ad avere un sacco di progetti, bisognerà poi essere dei maghi dell’organizzazione.

Si dovranno organizzare le proprie giornate in funzione del lavoro: il tempo per lavorare al logo, il tempo di parlare con i clienti, il tempo per effettuare eventuali correzioni.

Ovviamente la competenza principale, che fino ad ora si è data per scontata, è saper usare un computer alla perfezione.

Innanzitutto si dovrà acquistare un computer adatto, che riesca a reggere programmi come Photoshop o Illustrator e poi ovviamente conoscere tutti i segreti di questi software di design.

 

Dove trovare lavoro come logo designer

 

Ormai tutto avviene tramite Internet, quindi si deve creare un buon profilo professionale su piattaforme come Addlance.

Anche social network meno professionali come Facebook possono essere un buon modo per presentarsi ai potenziali clienti.

Ci sono però dei siti appositi per chi cerca o lavora come logo designer. Essi sono ad esempio Starbytes, Crebs o Twago.

Saranno le aziende a cercare il logo designer, proponendo il progetto, il tempo di consegna e quanto pagano.

Una volta accettato il lavoro è importante tenersi sempre in contatto con il cliente.

© Club della beccaccia