Stampa fotografica su plexiglass, cos’è

Dal dagherrotipo alla stampa digitale, la fotografia ne ha fatto di strada. Ma senza andare a scomodare la storia, basta guardare gli ultimi 20 anni quando il prodotto più tecnologico sembravano essere le velocissime Polaroid che, rispetto alla pellicola, ci davano la possibilità di vedere subito i nostri scatti. Oggi invece, con l’avvento delle tecnologie digitali, si possono realizzare diversi prodotti fotografici, soprattutto in campo commerciale. Vediamo di cosa si tratta.

Stampa fotografica a uso commerciale

Fino a qualche tempo fa se si voleva realizzare un cartonato con il logo dell’azienda o qualche slogan, magari per un particolare evento, per una promozione, o semplicemente per un evento fieristico, si doveva prima realizzare la sagoma di cartone, poi stampare la foto su carta apposita, e infine assemblare le due parti. Il lavoro poteva venire anche discreto, ma la durata e i costi non erano accettabili per tutti.

Un pannello cartonato di quel tipo era infatti soggetto a usura, poteva rompersi anche fin dal primo giorno del suo utilizzo, magari si lacerava la foto o si staccava dal suo supporto. Il risultato era che si doveva produrre un nuovo pannello, se per esempio questo serviva per un evento fieristico o per una particolare promozione e i costi non erano certamente accessibili a tutte le aziende.

Oggi invece c’è la possibilità di stampare direttamente su supporti rigidi, sia di cartonato che di altri materiali. Tra questi supporti uno molto versatile è il plexiglass.

Stampe su plexiglass, l’evoluzione delle stampe digitali

Molto utilizzato, anche per la decorazione di ambienti commerciali, è il plexiglass. Il perché di questa scelta la si può spiegare con alcune delle sue caratteristiche: infatti, le foto stampate su plexiglass hanno dei colori vividi, brillanti, sono ben definite, quindi con un’elevata risoluzione. Per quanto riguarda i costi, se si richiede una stampa su plexiglass on line, si può arrivare a risparmiare parecchio.

plexiglassIl plexiglass è un materiale chiamato polimetilmetacrilato, conosciuto come plexiglass dal nome dell’azienda. Si tratta di un materiale rigido e plastico, di spessore variabile, molto resistente e versatile, trasparente tanto che viene utilizzato anche nella realizzazione dei vetri di sicurezza. In commercio si trova anche il plexiglass opalino che altro non è che un tipo di plexiglass opaco.

La stampa su plexiglass avviene mediante l’utilizzo di apposite macchine e se il lavoro viene eseguito come si deve il risultato è sbalorditivo.

Difetti di questo materiale

Fino a ora abbiamo decantato tutte le qualità di questo materiale, quindi anche dei vantaggi nell’utilizzarlo per la stampa e come supporto visivo per l’immagine dell’azienda in particolari contesti, tuttavia, sebbene innovativo e versatile, non è privo di difetti. Il difetto più comune è che questo materiale è soggetto ai graffi, bisogna quindi fare attenzione.

 

© Club della beccaccia